IoT2019-07-04T07:32:59+00:00

INSTALLAZIONE SEMPLICE

OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI

RACCOLTA DATI WIRELESS

RIDUZIONE DEI COSTI DI MANUTENZIONE

La nuova rivoluzione industriale

Cosa è l’IoT?

Con l’IoT o Internet delle Cose, gli oggetti (le “cose”) si rendono riconoscibili e dialogano con l’utilizzatore. 

Per “cosa” o “oggetto” si intendono, non solo semplici manufatti, ma intere categorie quali: 

• SINGOLI DISPOSITIVI AUTONOMI (es: elettrodomestici)

• APPARECCHIATURE DI CONTROLLO E DI PROCESSO

• IMPIANTI 

• SISTEMI; comprendendo in questo termine, oltre ai sistemi tecnologici, anche sistemi complessi come: edifici, strade, colture, allevamenti, foreste… ovvero… materiali e prodotti tangibili inseriti in un contesto, attrezzature, opere e beni, macchine, ecosistemi. 

In realtà l’IoT prevede il collegamento di opportuni “sensori” per fare sì, che questi oggetti, acquistino la capacità di comunicare i loro stati e di ricevere informazioni (feedback o reazione) o di prendere decisioni in proprio (Intelligenza Artificiale).

I sensori che connettono gli oggetti (o ne sono integrati all’interno), sono alla base dell’Internet delle cose.

Gli oggetti e i sistemi diventano così “smart objects” (oggetti intelligenti) e si contraddistinguono per alcune proprietà o funzionalità. Le più importanti sono identificazione, connessione, localizzazione, capacità di elaborare dati e capacità di interagire con l’ambiente esterno.

A cosa serve?

L’obiettivo dell’internet delle cose è far sì che il mondo elettronico tracci una mappa di quello reale, dando un’identità elettronica alle cose e ai luoghi dell’ambiente fisico. Gli oggetti e i luoghi muniti di etichette a Identificazione elettronica con codice univoco, comunicano informazioni in rete tramite uno standard wireless, molto efficiente, appositamente creato, e dotato di un protocollo con “data encryption”.

A chi è rivolta?

I campi di applicabilità sono molteplici: dalle applicazioni industriali (processi produttivi), alla logistica e all’infomobilità, fino all’efficienza energetica, all’assistenza remota oltre all’ agricoltura e tutela dell’ambiente.

Come funziona?

La base di tutto è una rete di sensori in grado di rilevare, memorizzare e trasmettere, informazioni relative a qualsiasi unità di misura fisica (tensione, corrente, peso, illuminazione, conducibilità di terreno e acque, livelli concentrazione gas/inquinanti, lunghezze peso e spostamenti. 

Grazie a una rete radio a bassissima emissione, ma molto efficiente (in funzione della semplicità degli algoritmi di trasmissione utilizzati), è possibile arrivare in modo “green” negli angoli più remoti (l’inquinamento elettromagnetico è di molto inferiore a quello prodotto dal telecomando che usate per aprire il portone del garage!).

 Il gateway raccoglie tutte le informazioni e le veicola alle applicazioni che le elaborano e ne restituiscono le decisioni o, semplicemente informano gli utilizzatori in tempo reale. I dati raccolti costituiscono poi un database che permette ai gestori dei sistemi o a software di Intelligenza Artificiale, di apprendere via via che il tempo passa, reagendo sempre più efficacemente ai cambiamenti improvvisi.

Che benefici possono trarne gli utilizzatori?

Indubbiamente il fatto di sapere cosa sta per succedere in un sistema complesso, monitorandone in continuazione i “parametri vitali” e prender decisioni prima che il problema diventi un “serio problema”, può fare la differenza.

La sensoristica a disposizione attualmente ci dà la possibilità di leggere le grandezze fisiche, ovunque in un sistema, raggiungendo in un raggio di oltre 3 Km per Gateway (…è questo è il punto di forza!), posizioni o densità impensabili fino ad oggi per motivi essenzialmente di rapporto costi/prestazioni.

L’assenza di canoni mensili o annuali e licenze software permette di contenere i costi di gestione. La rete di sensoristica si può realizzare anche in zone assolutamente prive di infrastrutture di telecomunicazioni esistenti essendo indipendente e di proprietà dell’utilizzatore.

Immaginiamo di potere mettere centinaia, migliaia di sensori a costo ridotto, ognuno dotato di vita propria (10 anni con una batteria al litio) e di ottenere informazioni dettagliate e puntuali sullo stato del sistema monitorato, ebbene… se questa non è una rivoluzione…?!!!

MAGAZZINI

Le soluzioni di monitoraggio della temperatura e dell’umidità consentono la visualizzazione, l’analisi e il confronto a distanza dei dati garantendo il miglior controllo di qualità e le impostazioni più consone per le esigenze di ogni tipologia di merce.

STABILIMENTI ALIMENTARI

Massimizza i profitti con una riduzione degli sprechi alimentari migliorando il controllo di qualità negli impianti di stoccaggio e nelle sale di produzione. L’aggregazione centralizzata dei dati consente di risparmiare tempo e denaro eliminando potenziali errori umani  precedentemente possibili con la raccolta manuale dei dati.

AGRICOLTURA PROTETTA

Riduzione degli sprechi alimentari e garanzia delle migliori condizioni di crescita monitorando i livelli di temperatura e umidità. Evita perdite di produzione  indesiderate che possono verificarsi quando i livelli dei parametri vitali delle coltivazioni* non sono conformi agli standard desiderabili migliorando il controllo di qualità. 

* Acidità del suolo – luminosità – temperatura – quantità è qualità d’irrigazione

GESTIONE DEL RISCALDAMENTO, VENTILAZIONE E CONDIZIONAMENTO DELL’ARIA

Risparmia sui costi di riscaldamento e condizionamento dell’aria per luoghi come ospedali, scuole, musei, data centers, farmacie, alberghi, ristoranti, uffici, strutture ricettive… Soluzioni di monitoraggio wireless per misurazioni precise di temperatura, umidità e CO2. 

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI